Convegno sul ruolo e l’importanza dei quotidiani delle minoranze in Europa.

I relatori I relatori

Interessante Convegno organizzato sabato scorso, 19 settembre 2015, dal quotidiano Primorski Dnevnik di Trieste, nell’ambito dei festeggiamenti dei sui 70 anni di attività, imperniato sul ruolo e l’importanza dei quotidiani delle minoranze in Europa, a cui purtroppo ho potuto partecipare solo parzialmente. Nella sala del Consiglio municipale di Trieste, i Direttori di 5 quotidiani minoritari d’Europa, hanno avuto modo di illustrare la loro esperienze: Martxelo Otamendi, del quotidiano basco Berria, Jørgen Møllekær, del quotidiano danese in Germania, Flensborg Avis, Toni Ebner, del quotidiano sudtirolese Dolomiten, Dušan Udovič, del quotidiano della Comunità Slovena in Italia, Primorski Dnevnik e Roberto Palisca, del nostro quotidiano La Voce del Popolo.

I saluti introduttivi sono stati porti dal Sindaco di Trieste, Roberto Cosolini, dall’Assessore alla Cultura della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia, Gianni Torrenti e dal Presidente dell’Ordine dei Giornalisti del Friuli Venezia Giulia, Cristiano Degano, nonché da Edita Slezakova, Presidente della MIDAS, l’associazione che raccoglie i quotidiani delle minoranze linguistiche d’Europa.

Il Convegno è stato moderato da Bojan Brezigar, Presidente della Società editrice Prae-DZP.

Si è trattato di una bella occasione per scambiare esperienze tra i quotidiani delle minoranze d’Europa e per sensibilizzare l’opinione pubblica e la classe politica sull’importanza che questi rivestono per assicurare non solo l’esistenza delle ripetitive minoranze, ma anche per garantire quel pluralismo dell’informazione senza il quale non vi può essere sviluppo della coscienza critica del cittadino, unico rimedio alle derive diversamente totalitarie a cui il vecchio Continente è esposto.

Ricordo ancora con grande piacere che l’Unione Italiana, ha organizzato ad Abbazia, dal 14 al 17 maggio 2015, l’Assemblea generale del MIDAS, l’Associazione dei quotidiani in lingua minoritaria e regionale, con la presenza di una trentina di giornalisti provenienti dalla Spagna, Italia, Svizzera, Romania, Slovacchia, Repubblica Ceca, Germania, Danimarca, Lettonia, Lituania, Finlandia e Croazia.

 

 

Sì, accetto i cookie per avere la migliore esperienza possibile su questo sito web.