Per il dialogo con i Paesi e le Regioni contermini. In evidenza

Elezioni parlamentari del 3 giugno 2018, in Slovenia.

Elezione del rappresentante della Comunità Nazionale Italiana alla Camera di Stato della Repubblica di Slovenia.

Programma Politico di Maurizio Tremul.

Per il dialogo con i Paesi e le Regioni contermini. Incentivare il dialogo, l’integrazione e la collaborazione con l’Italia e la Croazia e con le loro realtà e regioni contermini, FVG e Veneto in primis in Italia e con le Regioni Istriana e Litoraneo-Montana in Croazia. In questo modo si potranno instaurare e consolidare rapporti di amicizia che consentiranno di creare un clima di fiducia utile anche alla soluzione dei pochi, ma politicamente pesanti, temi aperti nelle relazioni bilaterali.

Sarò portatore degli interessi delle Comunità Nazionali delle aree contermini. Sarò la voce dei “zamejci”, se lo vorranno, degli Sloveni dell’Italia e della Croazia. È ormai noto che in questi anni ho coltivato un rapporto stretto e proficuo con le altre Minoranze del territorio, con gli Sloveni del Friuli Venezia Giulia in particolare. Grazie a questa collaborazione abbiamo sviluppato numerosi progetti comuni, le cui ricadute positive non si sono riverberate solo sulle nostre due Comunità Nazionali, ma su tutto il territorio. Da parlamentare intendo proseguire su questa strada e intendo assegnare continuità istituzionale a questa collaborazione! Dal punto di vista pratico, concreto, cosa significa? Vuol dire semplicemente maggiori occasioni di realizzare congiunte progettualità europee e non solo, inclusione delle nostre Istituzioni, UI, scuole, CI, CAN nei programmi europei, lavoro per i nostri giovani. Solidarietà tra Minoranze sulle questioni politiche di maggior rilievo che accomunano i due gruppi nazionali. Acquisizione di maggiore ascolto, comprensione e sensibilità a Lubiana per le nostre questioni; maggiore ascolto, comprensione e sensibilità a Roma per le questioni della Comunità Nazionale Slovena (CNS) in Italia. Le Minoranze in quest’area rappresentano il tessuto connettivo che unisce uno spazio storicamente plurale. La CNI e la CNS, in particolare, rappresentano un’importantissima rete che, se opportunamente valorizzata, può svolgere un significativo ruolo nel grande processo evolutivo che proprio sulla centralità di questa regione poggerà le proprie fondamenta. Le Minoranze sono una ricchezza e un’opportunità, sono un importante fattore di stabilità, pace e progresso, sono i naturali vettori sui quali far svolgere la cooperazione interregionale e transfrontaliera tra gli Stati contermini. In quest’ottica va valorizzata la funzione del Tavolo di lavoro sulle Minoranze, istituto nell'ambito della Commissione mista tra la Repubblica di Slovenia e la Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia per la trattazione delle comuni problematiche di sviluppo, e va ampliata l’area delle sue competenze anche alle Regioni Istriana e Litoraneo-Montana della Croazia.

 
 

 

Sì, accetto i cookie per avere la migliore esperienza possibile su questo sito web.